Come funziona l’efficientamento energetico? Bryo Spa studia con te le soluzioni più idonee. Di seguito alcuni esempi sui tipi di impianti che Bryo realizza e il loro funzionamento.

COME FUNZIONA UNA ESCo

Il primo passo consiste nell’individuazione delle soluzioni più efficienti per procedere al miglioramento dell’efficienza energetica. Vi sono due tipi di interventi possibili: uno di tipo più invasivo, come l’installazione di impianto fotovoltaico o l’installazione di cappotti termici; oppure interventi meno invasivi e più immediati, come la sostituzione delle vecchie lampadine con altre al led. Si passa all’ultimo punto: la ripartizione economica dei risparmi ottenuti, di cui una parte andrà in remunerazione all’ESCo, in un arco temporale che va dagli 8 ai 10 anni.

FORMULA ESCo PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

I servizi che Bryo offre alla pubblica amministrazione partono da un’attenta diagnosi energetica su P.A. così da porre le basi del progetto di efficaciemento energetico, per il quale metterà a disposizione contributi e incentivi. Bryo pone poi in essere il suo piano di miglioramento energetico, attraverso interventi mirati che portano al miglioramento della struttura, oltre ad un abbassamento dei costi. In base al contratto di prestazione energetica, gli investimenti verranno ripagati tramite i risparmi economici ottenuti.

COME FUNZIONA IL SERVIZIO DI ENERGIA

Essendo una ESCo il cliente viene esonerato dalle spese iniziali e non solo, il gestore offre tanti altri servizi, tra cui:

  • provvedere alla manutenzione dell’impianto
  • acquistare il combustibile
  • sostituire caldaie obsolete con caldaie più efficienti

COME FUNZIONA L’IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico costituito da più moduli fotovoltaici, che utilizzando l’energia solare per produrre energia elettrica. Il cuore del funzionamento degli impianti fotovoltaici sta nei nell’effetto fotovoltaico, attraverso materiali sensibili alla luce solare. La corrente elettrica raccolta nel circuito viene poi canalizzata nei cavi elettrici del pannello e scorre verso gli altri componenti dell’impianto. Si arriva poi al distributore che divide l’energia elettrica in due correnti: una destinata all’autoconsumo, mentre la rimanenza viene immessa in rete.

COME FUNZIONA LA COGENERAZIONE

La cogenerazione vede come protagonista un combustibile fossile, solitamente GAS naturale, ma anche derivati da fonti rinnovabili, come il biogas. Il combustibile fossile inizia così le varie fasi di lavorazioni per essere trasformato:

-attraverso la trigenerazione: in energia frigorifera

-attraverso la combustione: in calore ed elettricità utili ai fabbisogni dell’utenza. L’energia elettrica in eccesso viene immessa in rete elettrica di distribuzione.

COME FUNZIONA L’IMPIANTO BIOMASSA

Una centrale biomassa è una centrale termica/elettrica che per il suo funzionamento sfrutta usa energia ricavata da colture dedicate. Con biomasse si identificano i prodotti residui provenienti dall’agricoltura, silvicultura o industrie connesse. Una centra biomassa per il suo funzionamento utilizza energia ricavabile da materia organica senza sottoporre quest’ultima a processi biochimici o chimici. Le culture dedicate passano allora alle fasi di lavoro dedicate per la produzione di energia verde.