Certificati bianchi per il settore ceramico

forno ceramica di un'impresa imolese

Alle imprese che hanno realizzato interventi di efficientamento e riqualificazione energetica, Bryo offre il supporto per richiedere e gestire i Titoli di Efficientamento Energetico detti anche Certificati Bianchi. La condizione per ottenere i certificati bianchi è che l’intervento realizzato, a parità di servizio, diminuisca il fabbisogno di energia primaria rispetto alla baseline riconosciuta.

Nel dettaglio, l’intervento di Bryo si articola in tre fasi:

  1. Domanda per l’ottenimento dei titoli di efficientamento energetico al GSE (Gestore dei Servizi Energetici)
  2. Richiesta annuale dei certificati bianchi al GSE
  3. Monetizzazione dei certificati bianchi ottenuti, vendendoli sulla borsa dei mercati ambientali del GME (Gestore Mercati Energetici).

Certificati Bianchi: cosa sono e come funzionano

I Certificati Bianchi o Titoli di Efficienza Energetica (TEE) sono titoli negoziabili che certificano i risparmi energetici conseguiti realizzando interventi di incremento dell’efficienza energetica.

Per ogni TEP (Tonnellata Equivalente di Petrolio) di risparmio conseguito, viene riconosciuto un Certificato per tutta la vita utile dell’intervento, secondo quanto stabilito dalla normativa per ogni tipologia di progetto.

Un esempio di efficientamento energetico nel settore ceramico

Un’azienda ceramica sostituisce un forno con un modello tecnologicamente più avanzato che, per cuocere lo stesso numero e tipologia di piastrelle, richiede un consumo energetico inferiore.

Al momento dell’acquisto, l’azienda ceramica contatta Bryo per sapere se la sostituzione del forno dà diritto ai certificati bianchi. Dopo una valutazione preliminare, Bryo inoltra la domanda per l’ottenimento dei certificati bianchi al GSE. In seguito all’esito positivo della domanda, annualmente viene avanzata la richiesta dei certificati bianchi presentando la dimostrazione a consuntivo del risparmio energetico realizzato grazie alla sostituzione del forno.

Per quantificare il valore di un certificato bianco (TEE) visita la sezione Mercato ambientale nella Borsa Energetica.

È possibile fare domanda dei titoli di efficientamento energetico i seguenti interventi (elenco non esaustivo):

  • Essiccatori
  • Bruciatori rigenerativi
  • Motori elettrici
  • Forni di cottura
  • Impianti di produzione dell’aria compressa
  • Installazione di sistemi per l’illuminazione
  • Ottimizzazione della distribuzione del profilo di velocità dell’aria e bruciatori ad alta velocità di fiamma in atomizzatori
  • Abbattitore a barbottina
  • Sistemi di controllo e regolazione della portata del gas metano e dell’aria interna in essiccatori ceramici
  • Bruciatori autorecuperativi in forni ceramici e ottimizzazione fluidodinamica della geometria interna
  • Sistemi di preriscaldo dell’aria comburente dei forni ceramici tramite il recupero di calore dai fumi dei forni stessi
  • Cogenerazione ad alto rendimento
  • Produzione di energia elettrica da decompressione del gas metano.